Elliot, il drago invisibile – recensione

Vola come un ornitorinco, parla come Chewbacca, è peloso e asociale. Elliot, il drago verde, è un remake annacquato di E.T. Il pelo, innaturale per un drago ma sdoganato da Falkor, il fortunadrago della Storia infinita, serve a creare empatia tattile da mammiferi quando non ci si riesce altrimenti. In E.T. non serviva il pelo per affezionarsi: la pelle grigia e grinzosa non era di ostacolo e la repulsione iniziale …

Continua a leggere

Teatro in grotta con gli elfi

Cave of Spirits narra le traversie di due elfi innamorati e lo spettacolo è allestito nelle Grotte di Pertosa-Auletta, in provincia di Salerno. Un tremendo terremoto separa Kirk ed Elanor e li costringe a vagare per millenni nelle grotte, alla ricerca l’uno dell’altra. Queste grotte sono l’unico sito speleologico in Europa dove è possibile navigare. Vi scorre infatti un fiume sotterraneo che si addentra nel cuore dei Monti Alburni. L’acustica …

Continua a leggere

Svelato il mistero dei rabdomanti!

Da secoli i rabdomanti trovano acqua e metalli usando una bacchetta. Ho finalmente capito come fanno. La bacchetta da rabdomanzia è di legno, a forma di Y e come tutte le bacchette amplifica i poteri della persona che la impugna. Generalmente i rabdomanti trovano acqua seguendo le vibrazioni della bacchetta. Generalmente le pentole d’oro in fondo all’arcobaleno si trovano dopo che ha piovuto. Generalmente le pentole sotto la pioggia si …

Continua a leggere

500 dollari per uno gnomo rubato

Uno gnomo da giardino è stato rapito e il suo padrone offre una ricompensa di 500 dollari a chiunque lo ritrovi. Si tratta di Electric Blueberry, un Power Gnome di colore blu, in resina, illuminato dal basso. Si tratta di uno gnomo speciale, il cui valore è di ben 5.000 dollari. L’artista che lo ha prodotto è Sam Tufnell e lo gnomo faceva parte di una installazione all’aperto, insieme a …

Continua a leggere

Insetti & cadaveri nei Penny steampunk

Questi insetti sono finiti nei Penny steampunk, l’antologia di racconti horror e vaporosi a cura di Roberto Cera. La protagonista stordita del racconto “ultimo trip” chiama questi insetti “coccinelloni allungati, tutti neri con le antenne a clava e le macchie arancioni disegnate male”. Si tratta di coleotteri necrofagi, Nicrophorus vespillioides, che usano le antenne per individuare un cadavere in ambienti forestali. In questo caso, trovano lei. Arrivano subito e si …

Continua a leggere

Idre: come perdere la testa e vivere felici

Il dibattito scientifico sulle idre è proseguito a lungo dopo la giornata del drago dello scorso aprile. Abbiamo posto alcune domande su questioni ancora irrisolte all’esimio Mattia Aspes, che ha dedicato buona parte della sua giovinezza ad arrovellarsi sulla biologia di queste meravigliose creature. Egregio, sappiamo che la testa principale dell’idra, quella in cui risiede la sua essenza vitale, continua a muoversi anche dopo essere stata tagliata. Ora, per quanto …

Continua a leggere

Bacchette al museo dal 15 maggio

Le bacchette per mescolare pozioni magiche semisolide sono assai diverse da quelle usate per legimanzia, da imboscata e da duello. Se, per esempio, non avete mai visto come si usa la pelle di salamandra scabra per una corretta manutenzione della vostra bacchetta, vi consiglio caldamente di approfittare della mostra organizzata dal museo etnografico dell’attrezzo agricolo museo “‘L çivel” di Casalbeltrame. La mostra, visitabile insieme ad altre attività per famiglie il …

Continua a leggere

I draghi sognarono per primi

Il drago barbuto australiano, Pogona vitticeps, muove gli occhi come noi mentre dorme e probabilmente sogna. Per tantissimo tempo si è creduto che solo uccelli e mammiferi avessero la fase REM, quella in cui si sogna muovendo rapidamente gli occhi, e il sonno profondo, quello delle onde lente. Si pensava addirittura che questa caratteristica si fosse evoluta nei mammiferi separatamente dagli uccelli. Ora possiamo dire che probabilmente apparteneva a un …

Continua a leggere

Le teste delle idre – un problema scientifico

Perdere la testa generalmente non è un problema per un’idra. Dove prima c’era la testa, ne rispuntano immediatamente due. Il problema semmai è per chi cerca di decapitarla e si ritrova con un problema maggiore di prima. Stando alle fonti classiche sulle idre, pare che l’unico modo per impedire la ricrescita delle teste sia cauterizzare immediatamente il collo dal quale si stacca la testa. I cuccioli di idra nascono già …

Continua a leggere

Aconito, pianta anti lupi mannari

L’Aconito, nota anche con i nomi di luparia o strozzalupi, è una pianta velenosa da cui si estrae un potente veleno. Quelle che vedete nella mia foto sono piantine giovani e le troverete nel mio stand di erbe magiche. Le piantine soffrono molto il freddo, pertanto ho messo un collo di pelliccia al vasetto. Pelliccia di lupo mannaro, ovviamente. La tossicità della pianta era nota e usata già nell’antichità sia …

Continua a leggere