Archéoscope du Pays du Val de Salm

museo delle leggendeDire che è un museo mi pare riduttivo, perché è un luogo in cui si entra nelle leggende tipiche di un piccolo paese del Belgio, al confine con il Lussemburgo.
Dentro ci sono raccontate e animate molte curiosità. Alcune parlano dei folletti delle miniere (con relative spiegazioni geologiche), altre parlano di ricette di streghe e di antiche usanze popolari.

Una di queste storie mette in guardia i turisti dall’accettare mirtilli raccolti fuori stagione, specie se a offrirli è una anziana che li ha messi a bagno nelle sue pozioni!
La signora potrebbe essere una Macralles, una delle streghe locali di cui hanno ricostruito l’abitazione.
Se invece preferite addentrarvi nei boschi dei dintorni, evitate di dare confidenza al caprone verde, casomai doveste incontrarlo!

La Maison du Pays de Salm è nelle Ardenne, di cui per ora ho solo assaggiato il paté al pepe verde, decisamente buono. I dintorni sono collinosi, con boschetti, laghetti, antiche case di sasso… insomma, promette bene. Eccovi il sito per vedere di persona: Vielsalm che dal nome e dallo stemma (due pesci di colore rosso) fa anche pensare ad un posto di pescatori di salmoni.

Prima o poi ci andremo, visto che parla proprio di leggende minerarie e che potremmo trovarvi traccia di Gnomi di Caverna.
Andrea è dubbioso. Dice che nessuno Gnomo che si rispetti accetterebbe di rendere “turistiche” le sue caverne, ma, dopotutto, pare che il turismo sia il mestiere del futuro e che per trovare i soldi per conservare il passato, a volte, serva scendere a compromessi.

Vi faremo sapere!

Dimmi che ne pensi. :)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.