Diaspro rosso nella bacchetta magica

pietra magicha nella bacchettaLa pietra che adorna la bacchetta di Riccardo, il mezz’elfo protagonista delle Cronache del Verbano, e’ un diaspro rosso.
Prima di Riccardo la bacchetta apparteneva ad Anna della Rosa, donna d’armi, che beneficiava del suo potere nel ridurre le emorragie.

Nel primo Medioevo il diaspro rosso si diceva potesse dare a chi lo indossasse, assieme all’aiuto di Dio, il potere di guarire dalla pazzia e dalla possessione demoniaca. I greci erano convinti che scacciasse i fantasmi. Al contrario, oggi il diaspro rosso è considerato utile per accrescere le qualità sensitive e radiestesiche. L’ho quindi usato per dare a Riccardo un po’ di controllo nelle sue escursioni nel Sogno Profondo.

Gli antichi greci portavano un ciondolo di diaspro rosso al centro del petto allo scopo di ridestare la passione amorosa. Dona coraggio e tenacia ai timidi in amore e anche di questo aveva bisogno Riccardo.

Dimmi che ne pensi. :)