Quidditch: le regole per i piccoli babbani

I babbani possono giocare a Quidditch, lo sport più amato ad Hogwarts, volando rasoterra e usando regole variabili in base all’età. Le scope per giocare a quidditch non devono graffiare le gambe degli atleti e devono permettere virate strette. Le scope più comode su cui volare sono quelle col pennacchio di coda in gommapiuma. Se volete volare veloce, in modo acrobatico, senza inciampare nei compagni di squadra, scegliete un modello…

Continua a leggere

Contro il fantasy: Boncinelli scrive in modo non scientifico

“Oggi viviamo sempre più in un mondo fantasy. Tutto è effetto della scienza e della tecnica, ma è circonfuso di mistero e quasi di magia. Così scrivevo una quindicina di anni fa.” L’autocitazione iniziale nell’articolo Contro il fantasy di Edoardo Boncinelli è promozionale, non scientifica. L’autore non cita studi scientifici pubblicati su riviste accreditate, vagliati dalla revisione dei pari, esperimenti, dati numerici; cita se stesso. “La visione di alcuni film…

Continua a leggere

Storie variabili a Miracolo italiano

Ho parlato di storie variabili a Miracolo italiano, in onda su Radio2. In tre minuti è stato difficile scendere nei dettagli e citare per bene tutte le mie fonti, ecco quindi i link agli argomenti trattati. Abbiamo parlato dei Penny Steampunk II, l’antologia a cura di Roberto Cera disponibile (in edizione limitata) su Amazon. Vi sono contenuti una quarantina di racconti, alcuni dei quali di autori ben noti nel panorama…

Continua a leggere

Storie variabili nei Penny Steampunk II

I Penny Steampunk II sono un’antologia di racconti frutto degli sforzi di diversi autori italiani. Contengono una quarantina di racconti tradizionali e una dozzina di storie variabili. Nei racconti variabili i lettori possono modificare alcune parti del racconto, inserendole o togliendole a seconda del proprio gusto. L’estetica steampunk brulica di meccanismi e rotelle e le storie steampunk hanno spesso uno scienziato pazzo tra i personaggi. Ecco, grazie a Roberto Cera…

Continua a leggere

Elliot, il drago invisibile – recensione

Elliot il drago invisibile vola come un ornitorinco, parla come Chewbacca, è peloso e asociale. Elliot, secondo me, è un remake annacquato di E.T. Il pelo del drago Il pelo è innaturale per un drago ma Falkor, il fortunadrago della Storia infinita, lo ha sdoganato. Esistono gnomi con la barba verde, ma lo sono per via del muschio che vi cresce dentro. Il pelo serve a creare empatia tattile da…

Continua a leggere

Insetti & cadaveri nei Penny steampunk

Alcuni degli insetti che vivono sui cadaveri sono finiti nei Penny steampunk, l’antologia di racconti horror e vaporosi a cura di Roberto Cera. La protagonista stordita del racconto “ultimo trip” chiama questi insetti “coccinelloni allungati, tutti neri con le antenne a clava e le macchie arancioni disegnate male”. Si tratta di coleotteri necrofagi, Nicrophorus vespillioides, che usano le antenne per individuare un cadavere in ambienti forestali. In questo caso, trovano…

Continua a leggere

Titivillo, il diavolo degli errori

Il diavolo Titivillo si aggira tra la gente raccolta a pregare.  Registra tutte le parole mancanti, quelle pronunciate male e le chiacchiere fuori luogo bisbigliate durante la santa messa. Il suo scopo, ovviamente, è trascinare i fedeli all’inferno sfruttando questi piccoli errori. Titivillo, il diavolo degli errori, ti fa recitare le preghiere in latino e sbagliare le desinenze, oppure ti fa cantare spostando gli accenti. Quando un contratto salta per…

Continua a leggere

I draghi di Plinio il Vecchio

Plinio il vecchio dice che i draghi mangiano elefanti e ci racconta anche che li prendono per il naso. I draghi si cibano di elefanti. Per catturarli li assalgono da un alto albero e li lanciano in aria. L’elefante, sapendo che il drago non potrebbe sopportare il suo peso, appena lo scorge lo spinge verso alcuni alberi o rocce dure e tenta di schiacciarlo, ma il drago avvolge le zampe…

Continua a leggere

Capitolo omaggio di Draghi dei Visconti

La fine del Mondo Il mondo diventa sempre più stretto. Non ricordo più quando è stata l’ultima volta che sono riuscito a cambiare posizione. Ho i crampi a intermittenza. Ogni tanto muovo le dita per sgranchirmi, ma non basta. Non posso stare immobile per sempre. Ci ho provato, ma non ci riesco. Se mi addormento, al risveglio avrò di sicuro qualche pezzo intorpidito e se tento di contrarre un muscolo…

Continua a leggere

Capitolo omaggio di Draghi Randagi

I selvatici si prendono per la gola Quello con il cappuccio verde se l’è fatta sotto dalla paura, l’odore è inconfondibile. Sono stato fermo, non ho parlato, non ho mostrato i denti e ho pure tenuto gli artigli nascosti. Che altro posso fare per non spaventarli? Almeno stavolta non sono corsi via a briglia sciolta. Certo, ho dovuto ammazzare i cavalli per impedirlo, ma era necessario. Come diavolo faccio ad…

Continua a leggere