Torta di carote in crosta di cioccolato

Dalle mie parti capita spesso che gli gnomi di caverna vi si presentino a casa con un mazzo di carote in mano (al posto dei fiori) e ve li offrano. Sono disponibili a farvi compagnia mentre preparate questo dolce. Lo so, sembrano scrocconi. Vi assicuro che per una torta del genere vale la pena sopportare le chiacchiere di uno gnomo. La torta di carote ha un colore spiccatamente arancione, che …

Continua a leggere

Estrazione e varietà di sangue di drago

Il sangue di drago si può bruciare come un incenso, lo si usava per laccare il legno, tingere e ovviamente ha proprietà medicamentose. Non sto nemmeno a dirvi che compare come ingrediente fondamentale di innumerevoli pozioni magiche. Plinio il vecchio dice che lo si può ottenere da piante che furono annaffiate di sangue durante la lotta tra un elefante e un drago, un po’ come accadde alle vigne da cui …

Continua a leggere

Il fantasy a tavola: piatti tipici e medievali

I personaggi dei miei romanzi mangiano veri piatti tipici: paniscia, canederli, frico e pan di mei. Il fatto che si tratti di fantasy storico non mi impedisce di citare prelibatezze disponibili anche oggi e alla portata di tutti i lettori che vogliano fare del turismo fanta-gastronomico in Italia. I pan di mei sono i dolcetti con cui Giorgio convince un drago randagio a tornare docile. Ancora oggi si cucinano in …

Continua a leggere

I dolcetti di sambuco che piacciono ai draghi

Si dice che i dolcetti di sambuco furono usati da San Giorgio per addomesticare il drago che infestava la Brianza. Il giorno della festa di San Giorgio si usa ancora prepararli e mangiarli inzuppandoli nel latte ricco di panna. Ovviamente, si possono anche tenere da parte nel caso si incontrasse un drago. 🙂 Togliete in anticipo 150g di burro dal frigo e lasciate che si ammorbidisca. Sciogliete un cubetto o …

Continua a leggere

La zucca di Halloween era una rapa

La tradizione americana di intagliare zucche deriva da quella europea, ben più antica, di scolpire radici e di usarle per scacciare gli spiriti. Nella notte dei morti, durante la quale è più facile veder vagare fantasmi irrequieti, è utile mostrar loro la via del ritorno al loro regno sotterraneo con un oggetto ben familiare a chi normalmente “guarda i fiori dalla parte delle radici”. Narra la leggenda che il famoso …

Continua a leggere

Tecnica medievale per l’estrazione della mandragora

Per raccogliere la mandragora occorre una spada e un cane nero. Lo abbiamo scoperto alla bellissima mostra sulle radici allestita al castello di Merano. La mandragora tende a nascondersi quando si avvicina qualcuno, per cui la prima cosa da fare è impedirle di scappare tracciando tre cerchi per terra, tutto attorno a lei, tenendo lo sguardo sempre rivolto a occidente. Nel frattempo un compagno deve danzare e cantare elogiando le …

Continua a leggere

Zigolo dolce, la radice della mandorla di terra

Abbiamo finalmente ritrovato le mandorle di terra, assaggiate insieme alla castagna di terra di cui parlavamo qualche tempo fa. Si chiama anche zigolo dolce (Cyperus esculentus) e se ne ricava una farina da usare per dare il sapore di nocciola ai dolci per gli allergici alle nocciole. Tra i suoi benefici effetti c’è anche da dire che aiuta nella concentrazione e che fa arrivare prima il senso di sazietà, ottimo …

Continua a leggere

Biberon al tabasco per cucciolo di drago

Ai cuccioli di drago piace mangiare piccante, ve ne sarete accorti la prima volta che hanno insistito per assaggiare i vostri spaghetti aglio, olio e peperoncino. Vi sarete anche accorti di come sia difficile staccarli dalla bottiglia di tabasco una volta che hanno capito che possono usarla come biberon. Le spezie piccanti non sono un problema per i draghi, anzi, quelli che vivono in zone molto calde (dai draghi mediterranei …

Continua a leggere

Tisana per ricordare i sogni

La tisana che aiuta a ricordare i sogni è fatta di menta, salvia e dragoncello. Queste erbe aromatiche sono molto ricche di vitamina B6, nota anche come pirodossina, che aiuta a ricordare i sogni e a renderli più vividi. Gli effetti della pirodossina sulla fase REM del sonno sono stati indagati al City College di New York e pare che sia implicata la serotonina (ormone della felicità). Che sia proprio …

Continua a leggere

Studio sulle patate mannare

C’era una volta un lupo mannaro vegetariano che scavava buche nel terreno non per sotterrarvi ossa, ma per estrarne radici. D’inverno, quando le insalate e i fagioli scarseggiavano, mangiava cipolle, carote, patate e pastinache. Un giorno in cui aveva il singhiozzo, dopo aver addentato una patata gli venne un sussulto e un pezzettino di patata gli cadde dalla bocca, tornando nella buca da cui l’aveva appena raccolta. La patata era …

Continua a leggere