Grotte e castelli

Alla mostra di gnomi di caverna di Somma Lombardo parleremo anche di grotte e castelli. Abbiamo invitato egli esperti: gli speleo del Gruppo Grotte del CAI di Novara. Gli speleo ci racconteranno come vanno ad esplorare le grotte, come fanno a calarsi sottoterra in sicurezza e che cosa hanno trovato nei sotterranei del castello di Novara. Abbiamo fissato definitivamente le date della mostra: dal 26 marzo al 9 aprile 2006.…

Continua a leggere

Animali scavatori

Conigli, cavie, topolini, criceti, cani della prateria… sono tutti animali a cui piace scavarsi una tana sottoterra e che molte persone si tengono in casa come animali da compagnia. Per farci raccontare come allevarli rispettando le loro esigenze abbiamo interpellato Erica Manzoni, che e’ una veterinaria molto sensibile al benessere degli animali. Erica e’ tra i fondatori della Collina dei Conigli, una associazione che si occupa di trovar casa agli…

Continua a leggere

Radici di scorzonera

Abbiamo scoperto una cosa interessante sulle radici di scorzonera. Queste radici sono molto appiccicose e pelarle non è comodissimo ma, se prima le si sbollenta (bastano 10 minuti), esse non sono più appiccicose. La ricetta che abbiamo provato ci è piaciuta assai. Eccovela, così potrete mangiare un piatto decisamente gnomico! Dosi per 4 persone. Foderare una teglia di pangrattato e pasta sfoglia e metterla a cuocere in forno per 15…

Continua a leggere

In ricordo dei morti nascosti sottoterra

Le Foibe sono grotte carsiche, vicino a Trieste e Gorizia e giù fino in Istria, che sono state riempite di morti alla fine della seconda guerra mondiale. I partigiani comunisti di Tito volevano ripulire la Jugoslavia di tutti gli italiani (fascisti, non comunisti e civili) e trucidarono migliaia di persone, buttando poi i corpi nelle foibe. Anche le Fosse Ardeatine, che sono cave di pozzolana (una roccia originata dalla compattazione…

Continua a leggere

Radici di rafano nero

Gli gnomi di caverna mangiano un sacco di radici. Alcune sono dolci, altre acide, alcune addirittura piccanti. La settimana scorsa ci siamo fatti una crema dolce di patata americana e timo, l’altra sera abbiamo finalmente assaggiato una radice piccante. Le radici di rafano nero sono ottime se tagliate a fettine e mangiate su una calda fetta di pane imburrato. L’esterno è nero, l’interno bianco, con qualche venatura appena visibile. Si…

Continua a leggere

Bulbi, tuberi e radici

Gli Gnomi di caverna si nutrono di molte cose che possono trovare sottoterra. Bulbi, tuberi e radici sono tra gli ingredienti di molte loro ricette. Che differenze ci sono tra questi organi? Una radice è un organo che le piante usano per ancorarsi al terreno e per assorbire acqua e sali minerali. Una delle radici commestibili preferite degli gnomi è quella della liquerizia, che assomiglia a bastoncini di legno e…

Continua a leggere

Carote viola

Dopo averle a lungo cercate, finalmente le abbiamo trovate: le carote viola! Come raccontiamo per bene nel nostro libro, all’inizio le carote erano solo bianche o solo viola. Quelle arancioni che conosciamo noi sono frutto dell’incrocio tra queste due varietà, che è stato fatto, a quanto pare, come omaggio alla famiglia reale olandese: gli Orange. Qui chiamano le carote viola “carote spagnole” per cui, forse, in Spagna c’è ancora qualche…

Continua a leggere

Carote per gnomi

Andrea ha deciso che vuole mangiare cibo locale, che per lui si traduce in “radici locali“, visto che non possediamo campi dove andare a prendere lombrichi e talpe da fare arrosto. A volte incontriamo dei problemi con le cose che si trovano al mercato di qui. Ad esempio qui vendono almeno tre tipi di carote: waspeen winterpeen bospeen e non riesco a capire bene le differenze. Le bospeen sembrano più…

Continua a leggere

Nuova radice da assaggiare

Al negozio bio di Utrecht la chiamano rettich, ma Andrea dice di essere sicuro che si tratti di rafano. Andrea mangerebbe quasi solo radici e ogni tanto mi convince ad assaggiarne di nuove. Specie adesso che si avvicina la tuberfest mi diventa malinconico e allora abbiamo deciso di portarci a casa un rattich da assaggiare. E’ una grande carota bianca, che dicono avere un sapore pizzicorino. Ci si fa una…

Continua a leggere