Cuccioli sulla coda di un drago

A che cosa serve una coda di drago? A trasportare i cuccioli che ancora non hanno imparato a volare! La coda di un drago è comodissima per viaggiare. Le sue oscillazioni ritmiche sono l’ideale per cullare i cuccioli un pochino ansiosi e la posizione, riparata dalle zampe e dal volume del corpo, è anche la migliore per proteggersi dalle correnti d’aria troppo forti che disturberebbero il cucciolo. Un drago adulto…

Continua a leggere

I nuovi Animali fantastici ne I crimini di Grindelwald

Attenzione, contiene SPOILER! Il primo degli animali fantastici lo vediamo svolazzare per pochi attimi, ignaro del pericolo che corre. Si tratta di un insetto nella cella di sicurezza di Grindelwald e finisce abbrustolito prima che abbia il tempo di posarsi. Il secondo animaletto è un chupacabra, tenuto al guinzaglio durante una visita al prigioniero. Anche lui fa fuori un insetto, ma lo fa per nutrirsene, secondo natura. Sarà il suo…

Continua a leggere

Grattacieli col buco per far passare i draghi

I grattacieli che vedete nella foto stanno a Hong Kong e sono forati per favorire il passaggio dei draghi. Gli abitanti del quartiere raccontano che ci sia una famiglia di draghi nelle colline alle spalle dei grattacieli. Ogni mattina mamma drago accompagna i suoi cuccioli fino al mare per fare il bagno. I grattacieli sono sorti proprio sul loro cammino e i buchi sono fatti per farli passare agevolmente, evitando…

Continua a leggere

Il mistero delle monete d’oro nelle fontane

Avete mai notato che sul fondo di alcune fontane giacciono delle monete? Vi siete mai chiesti perché la gente sia contenta di lanciare i propri soldi lì dentro? La vera domanda però è perché tutti si divertano a lanciare monete nelle fontane dando le spalle all’acqua. Ora, so bene che alcuni di voi stanno alzando la mano pronti a rispondere “si fa per avere l’occasione di tornare nella città che…

Continua a leggere

Tarli mutanti e bacchette magiche

I tarli sono un problema di sicurezza molto sottovalutato quando si parla di bacchette magiche. Una infestazione di tarli, piccoli coleotteri mangiatori di legno (xilofagi), può indebolire la bacchetta fino al punto di causare esplosioni durante il lancio di incantesimi. I tarli assorbono la magia Se la bacchetta resiste, il problema potrebbero essere le mutazioni indotte negli insetti, ripetutamente esposti al flusso magico. I piccoli e indifesi tarli assorbono parte…

Continua a leggere

1700 – I draghi svizzeri di Scheuchzer

Johann Jakob Scheuchzer descrisse dettagliatamente i draghi della Svizzera. Tra i molti racconti che Scheuchzer documentò, ce n’è uno in particolare che vi riporto. Sopra il villaggio di Ommen, all’ombra di un grande abete, un tale di nome Mcyer vide un drago con le ali argentate su cui spiccavano punti rossi (come quelle del drago rogazionale di Orta). Le scuoteva e respirava pesantemente. Due giorni dopo l’avvistamento, grandinò. La gente…

Continua a leggere

Uova di Ashwinder e fuochi magici

L’uovo di Ashwinder è tondo, sferico, non appuntito da un lato come quello degli uccelli o dei draghi. Questa creatura magica, infatti, è più simile a un serpente che a una bestia con la testa grossa e anche le sue uova, quindi, non hanno bisogno di avere una parte più ampia. Il ciclo vitale dell’Ashwinder è composto da due fasi, separate da fuoco e fiamme. L’uovo, di colore rosso intenso…

Continua a leggere

Alberi di Natale e draghi

È accaduto quel che temevamo: i draghetti hanno scoperto come giocare con gli alberi di Natale. All’inizio si comportavano come grossi gatti, limitandosi a tirare qualche zampata alle palline del loro colore preferito. I cuccioli consideravano gli alberi di Natale come altri alberi da frutto, una volta capito che le palline non sono commestibili e svanita la novità, sono tornati ai loro soliti giochi. Li abbiamo tenuti d’occhio ugualmente. Sapete,…

Continua a leggere

Draghi al servizio di Babbo Natale

Come sapete, io lavoro in un draghile. La scorsa settimana abbiamo ricevuto una richiesta piuttosto insolita da parte degli elfi di Babbo Natale. Dicono che quest’anno hanno problemi con l’approvvigionamento di materie prime (legno, colori, latta, carta da pacco…) per costruire i giocattoli da regalare. Pare che tra controlli doganali, scioperi dei distributori ed errori dei fornitori la produzione di regali stia accumulando grandi ritardi. Le renne che di solito…

Continua a leggere

Il ruolo ecologico dei Folletti della Cornovaglia

Sono molesti, svolazzano freneticamente, toccano ciò che non dovrebbero, rompono gran parte delle cose che hanno la sfortuna di trovarsi nei loro paraggi e quindi in molti si interrogano sul perché i Folletti della Cornovaglia non siano stati sterminati da tempo. Nel 1600 una strega venne sequestrata dai folletti e ne rimase traumatizzata. Dymphna Furmage chiese formalmente al Ministero della Magia di sterminare i folletti ma il ministero rifiutò. Da…

Continua a leggere