Draghi cinesi per segnalare i terremoti

Sismografo di Zhang Heng per segnalare i terremotiOgni studioso di geologia dovrebbe sapere che si può chiedere ai draghi di segnalare i terremoti. Non tutti i geologi, però, sono amici di draghi. Alcuni, quindi, usano degli strumenti al posto degli informatori.

La terra trema quando gli dei sono scontenti del comportamento degli uomini e alla corte cinese da quasi duemila anni funziona un bellissimo sismoscopio a draghi.
L’oggetto si usa come allerta per terremoti lontani, impercettibili altrimenti, e indica in che direzione è avvenuto il sisma. Le comunicazioni, in caso di terremoto, sono molto rallentate. I messaggeri non possono cavalcare su strade coperte di macerie e nemmeno possono attraversare i fiumi se i ponti sono crollati.
Un oggetto capace di segnalare i terremoti lontani permette di avere queste informazioni con giorni di anticipo sull’arrivo dei messaggeri. Fa guadagnare giorni preziosi per raccogliere, organizzare e inviare i soccorsi.

Il sismoscopio funziona grazie a otto draghi che possono far cadere una sferetta nella bocca degli otto rospi sotto di loro. Quando la terra trema, un pendolo molto sensibile libera la sferetta del drago più in linea con la provenienza del treno d’onda. All’interno ci sono dei meccanismi che impediscono all’oscillazione di ritorno del pendolo di far cadere una sfera anche dalla bocca del drago opposto a quello che indica il terremoto.

Il sismoscopio a draghi fu inventato da Zhang Heng, un genio versato anche in astronomia, poesia, matematica e meccanica.

Dimmi che ne pensi. :)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.