Draghi e dentisti, un affare miliardario

Una delle ipotesi meno dibattute ma più interessanti sul perché i draghi accumulino tesori riguarda la loro igiene dentale.

I denti dei draghi sono sì sterilizzati dalle fiammate (funzionano meglio di qualsiasi dentifricio contro i batteri), ma allo stesso tempo si ingialliscono subito per via dei fumi con cui devono convivere. Il tartaro, infine, non viene rimosso facilmente e i pezzettini di armatura che talvolta restano incastrati nelle gengive potrebbero arrugginire e dare origine a varie infezioni.

Sappiamo tutti che un drago ha bisogno di avere una dentatura in perfetto stato per potersi nutrire e che andare dal dentista costa parecchio. Immaginate poi come salgano i prezzi quando il cliente ha fama di potersi mangiare il dentista e pure l’assistente alla poltrona con tutte le attrezzature, in un solo boccone.

Ecco quindi spiegate le parcelle astronomiche richieste dai dentisti per le visite di controllo (a domicilio) e la pulizia annuale (lavoro di un’intera giornata, quando va bene) e la necessità per i draghi di accumulare tesori.

Dimmi che ne pensi. :)