Dragologia: il manuale base

Manuale pratico per studiare i draghiTra i libri che ogni studente dovrebbe avere fin dal primo giorno di scuola non può mancare quello di dragologia. Un pratico manuale per avventurarsi in terre infestate da queste splendide creature armati di binocolo (e protezioni ignifughe), scritto con la cura e la precisione di chi studia i draghi e non desidera che gli altri appassionati, magari alle prime armi, smettano di praticare questa materia solo perché mangiati o affumicati.

Nel manuale, redatto da Francesca D’Amato e illustrato da Andrea Capone in antico stile naturalistico, sono raccolte le informazioni più elementari su come interpretare le tracce di un drago, siano esse impronte da seguire, carcasse abbandonate da analizzare, fatte o gusci di uova in un nido.
Tra i consigli più utili (quelli che non troverete altrove, in manuali scritti da gente che non ha mai visto un drago in vita sua) ci sono quelli sul mimetismo olfattivo.
Il manuale di dragologia contiene (espanse) le informazioni che trovate anche nel poster Guida al riconoscimento dei draghi, che dovrebbe essere appeso in ogni capanno di avvistamento dragologico che si rispetti.

Il ricavato della vendita del manuale sarà usato per acquistare pappe per i cuccioli abbandonati che vivono al draghile. Lo trovate al banco del draghile ambulante.

Dimmi che ne pensi. :)