Il bastone della pioggia è una bacchetta magica?

bastone della pioggiaSi racconta che la notte prima dell’inizio del diluvio universale un gatto abbia giocato con un bastone della pioggia lasciato incustodito. Lo ha inseguito, scosso, capovolto e fatto rimbalzare talmente bene da scatenarne i prodigiosi effetti.

Il bastone della pioggia è fatto di materiali naturali opportunamente assemblati, deve essere agitato in modo rituale per avere un effetto sovrannaturale, è quindi a tutti gli effetti uno strumento magico. Ritengo anche di aver trovato l’anello di congiunzione tra le bacchette magiche e i bastoni dei maghi.

Il bastone si costruisce riempiendo un pezzo di legno cavo con dei piccoli oggetti e disponendo degli ostacoli al loro movimento per farne rimbombare maggiormente gli spostamenti.
Sulle Ande argentine si usa un cactus, l’Echinopsis pachanoi. Se ne fa seccare al sole un ramo, si conficcano a spirale le sue stesse spine verso l’interno e lo si riempie di piccoli semi. Questo cactus è noto anche col nome di “cactus di San Pietro” perché i suoi alcaloidi sono in grado di farti vedere il paradiso (di cui Pietro tiene le chiavi) mentre sei ancora su questa terra.

In Asia, Australia e Africa il bastone della pioggia viene costruito usando il bamboo, chiodini e a volte piccole conchiglie. Quando non si desidera la pioggia, il bastone può essere usato come strumento musicale.

Dimmi che ne pensi. :)