Il drago di Attilio Regolo

Attilio Regolo era il console romano a capo della prima guerra punica e le sue truppe erano accampate in Tunisia presso il fiume Mejerdah (che al tempo si chiamava Bagrada) quando furono attaccate da un drago di 120 piedi (36 metri). Il drago si mangiò alcuni legionari e ne uccise altri colpendoli con la coda.

I soldati lo attaccarono con i giavellotti ma la pelle del drago era troppo dura per subire danni. Dovettero ricorrere alle catapulte per abbatterlo. Alla fine riuscirono a ucciderlo ma non a liberarsi di lui. Il suo corpo schiacciato sotto i massi iniziò a decomporsi e non riuscirono a farlo a pezzi o a seppellirlo del tutto. La puzza era talmente forte che i romani furono costretti a spostare l’accampamento.

Dimmi che ne pensi. :)