Manioca con curry e cocco

La ricetta sotterranea di oggi parte dalla manioca (anche nota come yuca o cassava), una pianta molto usata nella cucina africana, caraibica e sudamericana.

Il tubero della manioca dolce ha un aspetto vagamente peloso (quando non e’ venduto ricoperto di cera trasparente) e va privato della pelle prima di essere mangiato. Noterete che l’interno e’ un pochino appiccicoso, ma nulla in confronto alla scorzonera.

Noi l’abbiamo cotta al vapore come fosse una patata, tagliandola a pezzi e aspettando che si ammorbidissero. Nel frattempo abbiamo fatto ammorbidire delle scagliette di cocco (3 cucchiai in un bicchiere d’acqua) per una mezz’oretta e, quando la manioca era cotta, abbiamo ripassato tutto in padella versando l’acqua, il cocco, i pezzettoni di manioca e un paio di cucchiaini di curry.

l’abbiamo poi accompagnata con una padellata di verdure (una carota, mezzo cipollotto, due foglie di cavolo cinese, una zucchina e dei funghi) e tofu anch’essi al curry (ma senza cocco).

Dimmi che ne pensi. :)