Ottavio il dragoniere abusivo

protagonista dei romanzi fantasy[ Scheda personaggio dei romanzi fantasy-storici delle Cronache del Verbano ]

Ottavio è un ragazzino di 16 anni, caschetto di capelli castani, fronte ampia, lineamenti gentili. Vive con la famiglia a Mercurago, lavora come garzone da un macellaio e colleziona teschi di animali.

La sua vita cambia il giorno in cui trova un uovo di drago e decide di tenerlo e allevarne il cucciolo, invece di consegnarlo ad Azzone Visconti. Si dà alla macchia sul Mottarone, vive di caccia e di stenti fino a quando la sua draghetta, Ruggine, non impara a volare e viene ritrovata da Calcedonio.

Ottavio capisce le dinamiche naturali e gli effetti che la caccia dei draghi ha sulla fauna selvatica, ma non riesce a comunicare efficacemente quello che sa agli altri esseri umani in cui si imbatte.

In Draghi randagi Ottavio ormai ventenne è diventato ambasciatore degli umani presso il consiglio dei draghi, parla (a fatica) il draconico e deve trovarsi una moglie disposta a vivere una vita alquanto movimentata con cui mettere al mondo dei figli che, a loro volta, dovranno vivere con i draghi.

L’amicizia che lo lega a Giorgio lo spingerà ad aiutarlo anche quando quest’ultimo deciderà di uccidere i cuccioli randagi.

Ottavio è un attento osservatore, impacciato con le donne, sente il peso della responsabilità di fare da genitore a Ruggine.

Dimmi che ne pensi. :)