Titivillo, il diavolo degli errori

Titivillo si aggira tra la gente raccolta a pregare e registra tutte le parole mancanti, quelle pronunciate male e le chiacchiere fuori luogo bisbigliate durante la santa messa. Il suo scopo, ovviamente, è trascinare i fedeli all’inferno sfruttando questi errori. Fu eletto “demone patrono degli scribi” e gli fu data per secoli la colpa di tutti gli errori di trascrizione nei testi scritti. Col passare del tempo e con l’invenzione …

Continua a leggere

Estrazione e varietà di sangue di drago

Il sangue di drago si può bruciare come un incenso, lo si usava per laccare il legno, tingere e ovviamente ha proprietà medicamentose. Non sto nemmeno a dirvi che compare come ingrediente fondamentale di innumerevoli pozioni magiche. Plinio il vecchio dice che lo si può ottenere da piante che furono annaffiate di sangue durante la lotta tra un elefante e un drago, un po’ come accadde alle vigne da cui …

Continua a leggere

I funghi luminosi delle fate

Questi funghi sono magici: brillano in presenza di una fata. Gli elfi li piantano spesso sui bordi dei sentieri per illuminare le loro romantiche passeggiate notturne. I funghi reagiscono alla loro presenza lasciando filtrare una delicata luce azzurra attraverso il cappello. Non si sa esattamente come facciano i funghi a sapere quando accendersi. Qualcuno sostiene che siano telepatici, altri che siano gli elfi stessi a usare un incantesimo per farli …

Continua a leggere

I draghi di Plinio il Vecchio

Plinio il vecchio dice che i draghi mangiano elefanti e ci racconta anche che li prendono per il naso. I draghi si cibano di elefanti. Per catturarli li assalgono da un alto albero e li lanciano in aria. L’elefante, sapendo che il drago non potrebbe sopportare il suo peso, appena lo scorge lo spinge verso alcuni alberi o rocce dure e tenta di schiacciarlo, ma il drago avvolge le zampe …

Continua a leggere

Breslavia, la città piena di gnomi

Wroclaw (Breslavia) è una città in Polonia strapiena di statue di gnomi. Ce ne sono più di 300, sparse per stradine, ponticelli e piazzette. La gente ricorda con gratitudine il piccolo esercito di gnomi che liberò la cittadina da un folletto molesto e dispettoso (chochlik) e ricorda anche molto bene i murales con gli gnomi che comparivano quando il governo cancellava gli slogan dei contestatori Pomaraczowa Alternatywa (Alternativa arancione) negli …

Continua a leggere

Gemme sulle uova dei draghi

Vi sarà capitato di notare le gemme incastonate sulle uova di drago. Quando la dragonessa si accovaccia sul suo tesoro per deporre, parte delle sue gemme restano inglobate nel guscio ancora morbido. Queste gemme diverranno il primo tesoro del draghetto. Le gemme che trovate sparse in modo apparentemente casuale sul guscio sono frutto dei primi rotolamenti dell’uovo. Saranno più rare sull’apice stretto dell’uovo e più frequenti all’equatore, dove i rotolamenti …

Continua a leggere

Belgioioso fantasy 2016

Saranno giornate magiche quelle di Pasqua e Pasquetta, quest’anno al castello di Belgioioso. Stiamo lavorando per allestire tutto il castello a tema scuola di magia e per questo motivo la manifestazione ha cambiato nome in Belgioioso giornate magiche. Io mi occuperò della serra delle piante magiche e vi potrete vedere come si coltivano le mandragole, come si tracciano i cerchi per far spuntare i funghi dove ballano le fate e …

Continua a leggere

Bacchette magiche delle fate delle nevi

Il manico è fatto di neve pressata, in alcuni punti il ghiaccio è traslucido e lascia intravedere il legno sottostante. La punta è gelata e cosparsa di piccolissimi cristalli di neve. Abbiamo potuto avere queste specialissime bacchette magiche grazie a un baratto con la Dama Bianca, signora delle vette e regina delle fate delle nevi. Non posso dirvi che cosa ha voluto in cambio la Dama, è un segreto commerciale …

Continua a leggere

Il drago della grotta di Bergeggi

L’acqua eruttò con un getto fortissimo, schizzando fino a tre metri di altezza. Eugenio e Vendemiale si ritrassero all’istante ma l’acqua ricadde su di loro, salata e odorosa di mare, inzuppandoli completamente. “Sicuro che vuoi venire proprio qui a fare l’eremita?” Vindemiale gettò a terra un’alga che gli era rimasta appiccicata alla fronte. Si strizzò il mantello facendone uscire una cascatella d’acqua. Eugenio non si diede pensiero di sistemare il …

Continua a leggere

Il drago del ponte di Villafalletto

Un orfano vestito di stracci. Solo un orfano non ha nulla da perdere rischiando la vita contro un drago. Chiunque altro, morendo, darebbe un dolore alla sua famiglia. Lui no, non ha nessuno che lo aspetti a casa. Non ha nemmeno una casa a cui tornare. Ha solo un vecchio spiedo arrugginito e lo stringe forte, attento a non tremare troppo perché potrebbe far rumore, sfiorando la roccia. Il drago …

Continua a leggere