Radici amare

Alla mostra sugli gnomi di caverna ho esposto anche un po’ di radici amare. Pochissimi (un paio di nonne che le mangiavano) le hanno riconosciute, per gli altri sono degli ortaggi sconosciuti che assomigliano alle carote ma sono bianche e molto più lunghe.

Le radici amare sono radici di cicoria (anche il radicchio appartiene allo stesso genere e anche del radicchio si mangia la radice). Della cicoria si mangiano le foglie d’estate e la radice d’inverno. Fa anche dei bei fiori azzurri.

A Soncino, vicino Cremona, si coltivano queste radici, ecco l’origine del nome dell’insalata e della sagra delle radici amare.

Dalle radici tostate della cicoria si ottiene una bevanda che assomiglia molto lontanamente al caffè. Io lo bevo a colazione, non ha caffeina ma è piacevole.

Dimmi che ne pensi. :)