Il colore della fiamma dei draghi

Il colore della fiamma dei draghi dipende in piccola parte da quanta aria emettono insieme al gas e per la maggior parte dalla loro dieta. Se aggiungono poca aria, la fiamma è lunga e tendente al giallo. Se, invece, aggiungono molta aria, il gas brucia meglio e assume colore azzurro. Un drago produce nel suo stomaco il gas di cui ha bisogno per fiammare. Trattiene a lungo il cibo e…

Continua a leggere

Cuccioli sulla coda di un drago

A che cosa serve una coda di drago? A trasportare i cuccioli che ancora non hanno imparato a volare! La coda di un drago è comodissima per viaggiare. Le sue oscillazioni ritmiche sono l’ideale per cullare i cuccioli un pochino ansiosi e la posizione, riparata dalle zampe e dal volume del corpo, è anche la migliore per proteggersi dalle correnti d’aria troppo forti che disturberebbero il cucciolo. Un drago adulto…

Continua a leggere

I draghi svizzeri di Scheuchzer

Johann Jakob Scheuchzer descrisse dettagliatamente i draghi della Svizzera. Tra i molti racconti che Scheuchzer documentò, ce n’è uno in particolare che vi riporto. Sopra il villaggio di Ommen, all’ombra di un grande abete, un tale di nome Mcyer vide un drago con le ali argentate su cui spiccavano punti rossi (come quelle del drago rogazionale di Orta). Le scuoteva e respirava pesantemente. Due giorni dopo l’avvistamento, grandinò. La gente…

Continua a leggere

Maga tane scavate con gli artigli

Le mega tane che esistono in Brasile sono enormi, scavate nella roccia a colpi di artiglio da animali dotati di zampe poderose. I primi geologi che le hanno esplorate ritenevano di avere a che fare con un fenomeno naturale. In molti luoghi della Terra le acque sono in grado di insinuarsi nelle rocce, scioglierle e, col passare dei millenni, aprire delle grotte di dimensioni anche notevoli. I ricercatori si sono…

Continua a leggere

Serve l’osso sulla punta del naso dei draghi?

Molti draghi hanno una sporgenza ossea sulla punta del naso. Molti dragonieri non si sono mai chiesti perché. Io no: mi faccio spesso domande e qualche volta ipotizzo anche delle risposte, seguitemi nei meandri della dragonologia e poi fatemi sapere se siete d’accordo con me o se avete una vostra teoria da sottoporre a sperimentazione. Il corno dei rinoceronti Per studiare questo problema sono andata a vedere se in qualche…

Continua a leggere

Uova di dinosauro o di drago?

Le uova di drago assomigliano alle uova di dinosauro? Sì e no, vediamo la questione nei dettagli. I teropodi (T. rex, per intenderci) tendenzialmente depongono uova molto allungate, che più difficilmente rotolano via dal nido, mentre gli altri dinosauri hanno uova più sferiche. Gli uccelli attuali depongono quasi tutti uova a forma di uovo; all’interno, l’estremità più spaziosa serve a ospitare la testa del pulcino. Gli uccelli, in proporzione rispetto…

Continua a leggere

Febbre dell’oro… e se invece vaccinassimo i nani?

La cupidigia è un problema per tutti gli accumulatori compulsivi di tesori: nani o draghi che siano. La bramosia di possesso distoglie attenzione ed energie dalle altre attività vitali. Basti pensare alla vita sedentaria del custode designato di un tesoro che raramente esce dalla sua caverna: carenza di vitamina D, scarso tono muscolare, alimentazione monotona e vita sociale nulla, per non parlare dello stress dovuto al continuo stato di allerta…

Continua a leggere

Tesori dei draghi e reumatismi

A che cosa servono i tesori dei draghi? Queste bestie li accumulano e non li spendono. Li proteggono e ci dormono sopra.Vi siete mai fermati un momento a chiedervi perché o eravate troppo occupati a riempirvi le tasche? L’interno delle caverne è umido, molto umido, e dormirci per molti anni fa venire i reumatismi ai draghi. Per alleviare i dolori alla schiena noi umani usiamo i cuscini ripieni di noccioli…

Continua a leggere

Scheletro di viverna

Mi dicono che al Merrylin Cryptid Museum abbiano un rarissimo scheletro di viverna. Le viverne sono i draghi più naturali che esistano. Non hanno le 4 zampe per galoppare davanti alle telecamere prima di spiccare il volo come fanno i draghi del cinema. Hanno un corpo strutturato per volare forte e lontano, con due zampe e due ali. Non si portano dietro arti inutili e pesanti. Ho potuto osservare soltanto…

Continua a leggere

Idre: come perdere la testa e vivere felici

Quanto è grave per un’idra perdere la testa? Il dibattito scientifico sulle idre è proseguito a lungo dopo la giornata del drago dello scorso aprile. Abbiamo posto alcune domande su questioni ancora irrisolte all’esimio Mattia Aspes, che ha dedicato buona parte della sua giovinezza ad arrovellarsi sulla biologia di queste meravigliose creature. Egregio, sappiamo che la testa principale dell’idra, quella in cui risiede la sua essenza vitale, continua a muoversi…

Continua a leggere