Folletti dispettosi: i coboldi delle miniere

I coboldi sono folletti dispettosi della tradizione tedesca. Esistono due sole professioni per loro: possono diventare flagelli domestici oppure possono infestare le miniere.  I dispetti che una famiglia può ragionevolmente aspettarsi di ricevere dal suo coboldo sono classici: oggetti che spariscono, altri che si rompono, nodi nei capelli o nel…

Continua a leggere

Mythos – leggende in mostra al museo di Genova

La mostra Mythos, allestita al Museo Civico di Storia Naturale G. Doria di Genova, parla di creature mitologiche come ippogrifi, unicorni, grifoni e, naturalmente, ci saranno anche i draghi. Mi sembra un’occasione fantastica per una gita di famiglia! Molte delle creature esposte sono zoomorfe e rappresentate a grandezza naturale. Vi…

Continua a leggere

Ogopogo, il drago lacustre canadese

L’ogopogo è un drago d’acqua dolce che vive nella valle del Okanaga, in Canada. L’ogopogo è l’unica specie di drago, che io sappia, candidata da Greenpeace a ricevere protezioni speciali come specie in via di estinzione. Si dice abbia testa da rettile, corpo da balena, schiena gibbosa e coda lunga…

Continua a leggere

Esperimenti scientifici coi fuochi fatui

I fuochi fatui, bagliori vaganti, di origine ancor oggi incerta, popolano le notti e i racconti dei viandanti. Avvistati sopra le torbiere, aleggianti nei miasmi di palude o sfuggevoli tra le ombre dei cimiteri, non si sono ancora lasciati acchiappare e men che meno studiare. Due chimici dell’università di Pavia…

Continua a leggere

Corno di unicorno

Il corno di unicorno, noto anche come alicorno, serve come antidoto per veleni. Lo storico greco Ctesia ci racconta di coppe ricavate da questo materiale usate dai ricchi indiani per proteggersi dall’avvelenamento durante i banchetti. Pare che anche l’inquisitore Torquemada e Papa Bonifacio VIII avessero degli alicorni e che li…

Continua a leggere

Pistrice, un classico drago marino

La pistrice è un mostro marino che nuota nel corteo di Nettuno accompagnando sirene e tritoni. Pare che in origine la bestia marina che si mangiò Giona fosse una pistrice (poi iniziarono a dire che si erano sbagliati e che era stata una balena ma questa è un’altra storia). In…

Continua a leggere

Idre: come perdere la testa e vivere felici

Quanto è grave per un’idra perdere la testa? Il dibattito scientifico sulle idre è proseguito a lungo dopo la giornata del drago dello scorso aprile. Abbiamo posto alcune domande su questioni ancora irrisolte all’esimio Mattia Aspes, che ha dedicato buona parte della sua giovinezza ad arrovellarsi sulla biologia di queste…

Continua a leggere

Le teste delle idre – un problema scientifico

Perdere la testa generalmente non è un problema per un’idra. Dove prima c’era la testa, ne rispuntano immediatamente due. Il problema semmai è per chi cerca di decapitarla e si ritrova con un problema maggiore di prima. Le fonti classiche sulle idre dicono che l’unico modo per impedire la ricrescita…

Continua a leggere

I draghi di Plinio il Vecchio

Plinio il vecchio dice che i draghi mangiano elefanti e ci racconta anche che li prendono per il naso. I draghi si cibano di elefanti. Per catturarli li assalgono da un alto albero e li lanciano in aria. L’elefante, sapendo che il drago non potrebbe sopportare il suo peso, appena…

Continua a leggere

Nuova specie di tritone dall’Ucraina

Hanno trovato una nuova specie di tritone nelle paludi dell’Ucraina. La scopritrice (dotata di spettacolare abilità) è Alice l’acchiappatroll. L’esserino è stato battezzato Swampling. Per adesso è stato trovato solo un piccolo maschio dall’aspetto molto anziano. Non hanno visto femmine o giovani, non sappiamo quindi esattamente che aspetto abbiano. Le…

Continua a leggere