Draghi. Guida al riconoscimento

“Draghi. Guida al riconoscimento” è il nuovo poster didattico di Francesca D’Amato dedicato a tutti coloro che vivono o vorrebbero andare in vacanza in zone infestate da draghi. Nel poster ci sono le silhouette delle specie più famose e diffuse, utilissime da conoscere per non sottrarre alla fuga secondi preziosi cercando di identificare il drago in volo guardandogli la pancia. L’illustratore Andrea Capone ha rappresentato anche alcuni dettagli anatomici: uova, …

Continua a leggere

Sono dentro un romanzo: L’Isola del drago

Lo scrittore Daniele Ramella mi ha infilato in un suo romanzo. Mi ha presa tale e quale sono e mi ha fatto agire esattamente come avrei agito io se avessi trovato un uovo di drago. Precisa precisa. Non so se lo ha fatto perché lo ho stordito di chiacchiere dragologiche durante le fiere che abbiamo fatto insieme e cercava un modo per esorcizzarmi. Comunque sia, io non ho smesso di …

Continua a leggere

Bacchette magiche in mostra a Malesco

Che differenza c’è tra una bacchetta da usare in caso di assedio e una adatta a una imboscata? Perché le bacchette di solito sono lunghe come la tibia del mago che le possiede? Troverete risposta a queste curiosità nella mostra allestita a Malesco, in provincia di Verbania, dal 14 al 29 giugno 2013. Il ristorante Leon d’Oro ospita infatti la collezione privata di bacchette magiche di Francesca D’Amato, scrittrice e …

Continua a leggere

Proverbi elfici sui draghi

Nei libri delle Cronache del Verbano sono citati alcuni proverbi elfici. Eccoli qui, tutti raccolti per voi in anni di pazienti ricerche! Fiamma di drago stupisce anche il mago. È una questione sia di lunghezza che di qualità. La fiammata di un drago adulto supera in splendore qualsiasi palla di fuoco. Cucina di drago è pozione di mago. Che i draghi usassero il fuoco per cucinare, si sapeva. Che la …

Continua a leggere

Il drago del Lago d’Iseo

Dove oggi si trova il Lago d’Iseo un tempo non c’era tutta l’acqua che vediamo oggi. C’erano prati, boschi e un drago di nome Iseo. Iseo era un drago parecchio grosso e ingombrante, oltre che pigro e sonnacchioso. L’unico fastidio che dava agli abitanti di Lovere era il suo russare. Russava così forte, ma così forte, che la gente non riusciva a dormire. Non sapendo più a che santo votarsi, …

Continua a leggere

Anteprima della mappa steampunk dei draghi d’Italia

Ecco a voi un angolino della nuova mappa dei draghi italiani. Io e l’illustratore Andrea Capone la presentiamo a Villadossola, alla fiera dell’editoria La Fabbrica di Carta. Il nostro intervento è previsto attorno alle 17:00. Nella mappa ci sono indicati i territori di 113 draghi, oltre a varie loro ossa, conservate in chiese e città in tutta la penisola, e ai paesi che sono stati dedicati allo sterminatore di draghi …

Continua a leggere

Tarantasio: il drago del lago Gerundo

Si chiama Tarantasio ed è il più famoso abitante del mare Gerundo. Parliamo del drago nato a Soncino e famoso in tutta la pianura tra l’Adda, l’Oglio e il Serio. “Padre” della leggendaria bestia sarebbe nientemeno che Ezzelino da Romano, vicario imperiale e genero di Federico II di Svevia, signore di un territorio che comprendeva gran parte del Veneto e Brescia. Un condottiero tanto feroce che papa Innocenzo IV lo …

Continua a leggere

Il drago del Lago di Levico

[Racconto scritto dal Circolo dei Cantastorie] Narra la leggenda che nel lago di Levico Terme, una tranquilla e magica cittadina, abbia la propria dimora un drago. Si racconta che sia figlio del drago Livio e per questo i suoi “fan” lo chiamano Livio Junior. Esso è stato avvistato molte volte, anche di recente. Molti secoli fa (1500 circa) la popolazione di Levico Terme, un paesino del Trentino, era terrorizzata da …

Continua a leggere

Draghi italiani e libri fantasy al castello di Galliate

Sabato 17 novembre saremo al castello di Galliate a parlare di draghi in occasione della manifestazione sulla letteratura fantasy Avventure di carta. La manifestazione, giunta ormai alla 21esmia edizione, oltre ad una mostra mercato di libri fantasy prevede la presenza di diversi illustratori (con esposte le loro opere) e vari momenti di animazione, specialmente letture per bambini. L’intervento sui draghi italiani sarà alle 16 in sala consiliare (dentro il castello) …

Continua a leggere

Teroldego: il vino al sangue di drago

Il drago di cui vi racconto oggi viveva nelle grotte dell’eremo di Castel San Gottardo che sovrastava l’abitato di Mezzocorona, in Alto Adige. L’appetito del bestione era notevole e la gente dei paesi tutt’attorno ne era terrorizzata. Fu il conte Firmian a metter fine alla vita del drago con l’astuzia. Si recò all’imboccatura della grotta armato di tutto punto con una ciotola di latte e un grande specchio. Depose la …

Continua a leggere