Scheletro di viverna

Mi dicono che al Merrylin Cryptid Museum abbiano un rarissimo scheletro di viverna. Ho potuto osservare soltanto poche foto di questo reperto e ci sono alcune cose che mi perplimono. Non mi convincono la mancanza della carena, ovvero della protuberanza sullo sterno indispensabile per l’ancoraggio dei muscoli pettorali, e la mancanza dei processi spinosi sulle vertebre del collo, tipici degli animali che devono reggere e muovere un lungo collo con …

Continua a leggere

I draghi sognarono per primi

Il drago barbuto australiano, Pogona vitticeps, muove gli occhi come noi mentre dorme e probabilmente sogna. Per tantissimo tempo si è creduto che solo uccelli e mammiferi avessero la fase REM, quella in cui si sogna muovendo rapidamente gli occhi, e il sonno profondo, quello delle onde lente. Si pensava addirittura che questa caratteristica si fosse evoluta nei mammiferi separatamente dagli uccelli. Ora possiamo dire che probabilmente apparteneva a un …

Continua a leggere

Indizi per localizzare i draghi

Un buon cercatore non aspetta che un drago gli passi davanti per caso ma se lo va a cercare leggendo i segni della sua presenza nel territorio. Abbiamo già visto come interpretare alcune tracce dei draghi, potrebbe esservi d’aiuto analizzare anche i comportamenti delle loro prede abituali. Tra le tracce più facili da leggere ci sono gli escrementi. Resistono anche per qualche settimana alle intemperie e spesso vengono deposti in …

Continua a leggere

Filogenesi dei draghi

Un dottorando in ecologia evoluzionistica dell’università di Toronto si è preso la briga di ricostruire un possibile albero filogenetico dei draghi. Sappiamo finalmente quali sono i draghi più antichi e da dove vengono quelli a sei arti (quattro zampe e due ali). Non potendo utilizzare dati genetici (non aveva a disposizione campioni di DNA draconico), si è basato sulla morfologia, ovvero sui caratteri visibili da lontano e documentati in letteratura. …

Continua a leggere

Draghi nel mondo classico

I draghi erano ben presenti nella letteratura classica greca e latina, ne parla Fedro, giusto per citare una grande firma del tempo. Cadmo fonda Tebe vicino alla fonte dove viveva un drago, che non gradisce la cosa e attacca gli uomini di Cadmo, uccidendoli tutti. Cadmo riesce ad ucciderlo, ma si trova da solo. Atena allora gli consiglia di piantare nel terreno i denti del drago, da cui spuntano dei …

Continua a leggere

Il drago di Attilio Regolo

Attilio Regolo era il console romano a capo della prima guerra punica e le sue truppe erano accampate in Tunisia presso il fiume Mejerdah (che al tempo si chiamava Bagrada) quando furono attaccate da un drago di 120 piedi (36 metri). Il drago si mangiò alcuni legionari e ne uccise altri colpendoli con la coda. I soldati lo attaccarono con i giavellotti, ma la pelle del drago era troppo dura …

Continua a leggere

Draghi alla festa delle fate di Vignarello

Ecco lo stormo di draghi che volerà alla festa della magia di Vignarello. Ci sono due coppie ( gli arancioni e i verdi) e due giovani draghette in cerca di avventure (la rossa e la blu). Potete riconoscere facilmente i maschietti dalle femminucce osservando le spine sulla schiena, tipiche solo dei draghi maschi. Il 15 e 16 settembre 2012 saremo nel centro paese, in mezzo a moltissimi altri banchetti tutti …

Continua a leggere

17 Ottobre: piovono libri a Novara

Il 17 ottobre prossimo parleremo di draghi veri e leggendari in una rassegna letteraria inclusa nel programma di Nova Aria, la festa celtica di Novara. Racconteremo dei nuovi draghi ritrovati nell’ambito del censimento dei draghi italiani e disserteremo sulla biologia di questi animali mitologici. L’appuntamento e’ a Palazzo Vocheri in Corso Cavallotti 6, dalle 15 alle 18. Prima di noi parleranno altri autori di libri fantasy: Mariangela Cerrino presenterà Il …

Continua a leggere