Breslavia, la città piena di gnomi

Wroclaw (Breslavia) è una città in Polonia strapiena di statue di gnomi. Ce ne sono più di 300, sparse per stradine, ponticelli e piazzette. La gente ricorda con gratitudine il piccolo esercito di gnomi che liberò la cittadina da un folletto molesto e dispettoso (chochlik) e ricorda anche molto bene i murales con gli gnomi che comparivano quando il governo cancellava gli slogan dei contestatori Pomaraczowa Alternatywa (Alternativa arancione) negli …

Continua a leggere

Spariti i 4 gnomi mummificati

Il mistero sui quattro piccoli gnomi si infittisce. Grazie allo scioglimento di un nevaio, ristrettosi grazie al riscaldamento globale e alla carenza di piogge, quattro piccoli corpi abbigliati in modo preindustriale sono stati liberati dalla morsa del ghiaccio. Il ritrovamento è stato effettuato da due freerider che li hanno inizialmente scambiati per bambini, segnalandoli alla polizia locale. Un’analisi più attenta della dentatura, delle cartilagini e soprattutto delle barbe ha confermato …

Continua a leggere

Festa nazionale degli gnomi

Il raduno nazionale di gnomi e folletti sarà a Carmanico Terme (Pescara) dal 6 all’8 luglio. Oltre alla bancarelle artigianali e ai giochi di strada, consigliamo lo spettacolo itinerante nel bosco, con fate, nani, streghe e troll. La sera gli organizzatori consigliano di portare una torcia per partecipare alla passeggiata nel bosco con lanterne a “caccia” di elfi, gnomi e folletti. Info e programma dettagliato: Festa nazionale degli gnomi

Continua a leggere

Barbegazi: gli gnomi delle nevi

Sulle Alpi svizzere vivono i Barbegazi, degli gnomi con piedi talmente grandi da poter essere usati come racchetta da neve o snowboard. Le storie dicono che questi gnomi sono molto pelosi (ovviamente per difendersi dal freddo) e che loro barbe sono perennemente gelate e quindi bianche. Il loro stesso nome deriva dal francese barbe-glacée, ovvero barba ghiacciata. I barbegazi non sopportano bene il caldo dell’estate, per cui vanno a rifugiarsi …

Continua a leggere

Le chiappe fumanti dello gnomo dell’Erno

“Perché non li butti via?” chiese lo gnomo di caverna allo gnomo dell’Erno allungando verso di lui un paio di pantaloni bruciacchiati con aria dubbiosa. “Li tengo per non dimenticarmi di chi si e’ fatto terra bruciata attorno.” rispose mestamente l’interrogato. Andrea non portava vestivi. Gli gnomi di caverna non ne hanno bisogno: il loro pelo li protegge efficacemente dal freddo, dall’acqua e soprattutto dalle fiammate dei draghi. Per gli …

Continua a leggere

Come si costruisce una bacchetta magica?

Domenica 26 settembre 2011 faremo vedere come si costruisce una bacchetta magica partendo da elementi naturali come legnetti, radici, minerali, oli e paste vegetali. La dimostrazione concluderà il pomeriggio alla biblioteca di Angera (VA) dove l’autrice Rossana Girotto racconterà come e’ nata la storia dello Gnomo di Curiglia, leggerà alcuni brani del libro e vi saranno anche alcuni intermezzi musicali. Biblioteca comunale di Angera via Marconi, 2 – 21021 Angera …

Continua a leggere

Inaugurato il museo delle fate irlandesi a Dublino

Hanno appena inaugurato a Dublino un museo sulle fate e la mitologia celtica. All’interno del National Leprechaun Museum vi sono delle leggende e molte curiosità sui personaggi del folklore irlandese, a cominciare dal famoso folletto ciabattino, il leprechaun. Nel museo si può entrare solo in piccoli gruppi, perché vi sono diverse attività manuali da provare lungo il percorso. Gli ingressi sono ogni 5 minuti e l’intera visita dura circa un’oretta. …

Continua a leggere

Gnomi e troll: film di animazione

E’ stato presentato al Norwegian Film Festival, in Haugesund, il film di animazione “Gnomi e Troll”, in cui si narrano le avventure di un giovane gnomo alla ricerca delle provviste rubate dai Troll. Il giovane Junior aiuta suo padre a distribuire le scorte agli animali in procinto di andare in letargo, che vengono rubate dai Troll e nascoste nel fondo delle loro tane sotterranee. Il film deve ancora essere venduto …

Continua a leggere

I cappelli del piccolo popolo

Gli gnomi di caverna non portano vestiti, men che meno cappelli. Gli gnomi descritti da Rien Poortvliet (l’olandese che ha scritto le storie originali di David Gnomo) portano cappelli di vario colore, molti dei quali a punta e rossi. Sono tutti rossi, anche se di varie tonalità , i berretti degli scozzesi e si dice che la gradazione del colore dipenda da quanto sia fresco il sangue che usano come …

Continua a leggere