Canzone rock per la fata di Arona

Fairy gate parla della fata di Arona che giace addormentata sotto la rocca da secoli e del suo disperato amante. Si tratta di una storia magica e triste. Non c’è finale felice per la fata di Arona. La storia è fedele alla tradizione dei racconti antichi, quelli tramandati prima dell’obbligo di adattare ogni avventura per renderla vendibile a un pubblico rammollito. La canzone Fairy gate fa parte dell’album Emerge, dei…

Continua a leggere

Il drago della grotta di Bergeggi

Il drago nella grotta di Bergeggi Qualcosa muoveva le onde nella grotta di Bergeggi. L’acqua eruttò con un getto fortissimo, schizzando fino a tre metri di altezza. Eugenio e Vindemiale si ritrassero all’istante ma l’acqua ricadde su di loro, salata e odorosa di mare, inzuppandoli completamente. “Sicuro che vuoi venire proprio qui a fare l’eremita?” Vindemiale gettò a terra un’alga che gli era rimasta appiccicata alla fronte. Si strizzò il…

Continua a leggere

Il drago del ponte di Villafalletto

Vicino al ponte di Villafalletto c’è un orfano vestito di stracci. Solo un orfano non ha nulla da perdere rischiando la vita contro un drago. Chiunque altro, morendo, darebbe un dolore alla sua famiglia. Lui no, non ha nessuno che lo aspetti a casa. Non ha nemmeno una casa a cui tornare. Ha solo un vecchio spiedo arrugginito e lo stringe forte, attento a non tremare troppo perché potrebbe far…

Continua a leggere

Anteprima della mappa steampunk dei draghi d’Italia

Ecco a voi un angolino della nuova mappa steampunk dei draghi italiani. Io e l’illustratore Andrea Capone la presentiamo a Villadossola, alla fiera dell’editoria La Fabbrica di Carta. Il nostro intervento è previsto attorno alle 17:00. Nella mappa ci sono indicati i territori di 113 draghi, oltre a varie loro ossa, conservate in chiese e città in tutta la penisola, e ai paesi che sono stati dedicati allo sterminatore di…

Continua a leggere

Il drago del Lago di Levico

Narra la leggenda che nel lago di Levico Terme, una tranquilla e magica cittadina, abbia la propria dimora un drago. Si racconta che sia figlio del drago Livio e per questo i suoi “fan” lo chiamano Livio Junior. Esso è stato avvistato molte volte, anche di recente. Molti anni fa (nel 1500 circa) la popolazione di Levico Terme, un paesino del Trentino, era terrorizzata da un drago che aveva la…

Continua a leggere

150 leggende a servizio del turismo

150 leggende, mappate, ben raccontate e tipiche dell’Alto Adige. Questa bella raccolta è il materiale base che l’ufficio turistico della provincia autonoma mette a disposizione degli operatori. Scopo dell’operazione: rendere davvero “magico e indimenticabile” il soggiorno degli ospiti. Le leggende possono essere cercate geograficamente o per tema (castelli, tesori, streghe, campane delle chiese, vino…). La banca dati delle leggende (un po’ come la mia mappa dei draghi italiani) viene usata…

Continua a leggere

Krampus in cerca di prede: leggende viventi

Stanno per arrivare i Krampus con i loro campanacci, le loro fruste e le loro maschere infernali. Sono vestiti di pelle di capra, puzzano e inseguono la gente. Se la prendono specialmente con chi durante l’anno non si è comportato nel migliore dei modi. Tra le tradizioni più spaventose dell’Avvento fanno la loro comparsa questi diavoli cornuti, personaggi usciti dai racconti delle cacce selvagge della corte oscura e arrivati diretti…

Continua a leggere

I cortei di diavoli delle Alpi

In molti paesi delle Alpi troverete, nel mese di dicembre, dei cortei di diavoli. Non sempre sono solo animazioni turistiche. C’era un diavolo vero tra i ragazzi mascherati che scorrazzavano di paese in paese al solstizio d’inverno. Se ne erano accorti perché gli scherzi erano andati davvero sul pesante e lo avevano riconosciuto dai piedi caprini. Non erano però riusciti a scacciarlo. Dovette intervenire San Nicola in persona a benedire…

Continua a leggere

Il drago di Perloz

In Valle d’Aosta, nelle vicinanze del Ponte Moretta di Perloz, ci sono strani cunicoli che sboccano nella valle. Alcuni dicono che sono stati erosi dai ghiacciai che scendevano lungo la valle del torrente Lys. Altri sostengono che furono scavati dalle zampe del drago che li aveva abitati per moltissimo tempo. Il drago terrorizzava tutti gli abitanti del paese: aggrediva il bestiame, tendeva agguati a chi cercava di attraversare il ponte…

Continua a leggere

La leggenda della fata di Arona è vera o inventata?

È uscita oggi una mia intervista in cui si parla della grotta di Arona, che secondo il racconto si apre una sola volta ogni 100 anni. La grotta contiene tre tesori magici: una fata addormentata, un sacchetto di monete d’oro e un campanaccio da legare al collo degli animali. Mi chiedono spesso se la leggenda della fata di Arona sia vera. Nell’articolo c’è una frase che potrebbe suscitare qualche fraintendimento:…

Continua a leggere