Scuola di equitazione medievale

Alla scuola di equitazione medievale ti insegnano a tenere in resta la lancia e a caricare, al galoppo, come nelle giostre medievali. Ti fanno provare l’ebbrezza di far ruotare il saracino e non sono richieste competenze pregresse. Puoi farlo anche se l’ultima volta che sei andato a cavallo avevi 6…

Continua a leggere

Diaspro rosso nella bacchetta magica

La pietra che adorna la bacchetta di Riccardo, il mezz’elfo protagonista delle Cronache del Verbano, è un diaspro rosso. Prima di Riccardo la bacchetta apparteneva ad Anna della Rosa, donna d’armi, che beneficiava del suo potere nel ridurre le emorragie. Un simile uso era adatto a una persona che frequentava…

Continua a leggere

Cavalli da viaggio e da battaglia

I cavalli da viaggio sono diversi da quelli da battaglia? Esattamente come ci sono moto da cross, da strada e da corsa con caratteristiche differenti, così erano diversi i cavalli. Il cavaliere viaggia di solito sul palafreno (che i romani chiamavano parafredus), il cavallo da lunghe distanze e da parata,…

Continua a leggere

Tarantasio: il drago del lago Gerundo

Si chiama Tarantasio ed è il più famoso abitante del mare Gerundo. Parliamo del drago nato a Soncino e famoso in tutta la pianura tra l’Adda, l’Oglio e il Serio. La leggenda di Ezzelino da Romano “Padre” della leggendaria bestia sarebbe nientemeno che Ezzelino da Romano. Costui era vicario imperiale…

Continua a leggere

Araldica del biscione dei Visconti

Il biscione dei Visconti è cambiato nei secoli e lo stemma rispecchia l’evoluzione dell’immagine che la famiglia voleva diffondere. Ecco per voi il motto visconteo, le leggende, le regole araldiche, le ipotesi storiche e alcuni esempi di biscioni. I Visconti di Angera Lo storico francese Michel Pastoureau espone una interessante…

Continua a leggere

Leggende di San Martino: lanterne, oche e traslochi

A novembre, mentre i bambini girano in cerca di dolci, gli adulti bussano anch’essi a tutte le porte, ma per assaggiare il vino novello. Come diceva Carducci “…per le vie del borgo dal ribollir de’ tini va l’aspro odor de i vini l’anime a rallegrar.” L’estate di San Martino è…

Continua a leggere

Tecnica medievale per l’estrazione della mandragora

Per raccogliere la mandragora occorrono una spada e un cane nero. Lo abbiamo scoperto alla bellissima mostra sulle radici allestita al castello di Merano. La mandragora tende a nascondersi quando si avvicina qualcuno, motivo per cui è molto difficile procurarsela. La prima cosa da fare, quindi, è impedirle di scappare…

Continua a leggere

Uberto Visconti, uccisor di draghi

In questi tempi poco dopo la morte di Teodosio, & del nostro Padre Santo Ambrogio, nella parte della Città, dove è la Chiesa hora di San Dionigi, nacque un pestifero morbo, onde ne morirono quivi assai centenaia di persone; ne sapendosi d’onde fosse cagionato questo accidente, in quella parte sola…

Continua a leggere

Metodi medioevali per trovare tesori sotterranei

Cercare tesori sotterranei, nel medioevo, era pericoloso perché si rischiava la scomunica. Il problema non era tanto nel disseppellire i morti per rubare i gioielli con qui questi erano stati sepolti (bastava andare a scavare fuori dai cimiteri cristiani e tutto era lecito). Il problema era che molti cercatori di…

Continua a leggere