Bacchetta magica per legimanzia

Questa antichissima bacchetta serviva per far venire a galla i pensieri più profondi dalla mente di un mago o di una strega. Erano molto usate prima dell’invenzione delle bacinelle svuota pensieri. Il funzionamento della bacchetta per legimanzia è semplice e non richiede incantesimi, basta osservare attentamente la forma delle gallerie e dire a che cosa assomigliano. Il meccanismo è analogo al test con le macchie di Rorschach, dove il paziente …

Continua a leggere

Da che parte esce la magia da una bacchetta?

Le bacchette magiche si fanno, da sempre, in legno. Non si usa il metallo, non si usa la pietra, non si usano ossa o corni di animali. Si usano rami o radici. Questa tradizione si basa sulla capacità del legno di trasportare incantesimi, così come trasporta acqua e linfa. Le magie semplici si trasmettono dal mago al bersaglio passando per i canali del legno. Questi vasi sono ampi e, quando …

Continua a leggere

Bastoni e bacchette magiche nella storia classica

Le bacchette magiche non sono sempre state di legno. Gli archeologi ne hanno trovate anche di pietra, avorio o metallo. Alcuni speculano che le bacchette derivino dalle bacchette usate dagli sciamani per suonare i tamburi. Nell’Antichità classica erano usate insieme agli scettri ed alle verghe come simbolo di potere. Ricordate i faraoni? Li riconosciamo come potenti anche per via di quello che reggono in mano. Il bastone con cui Mosè …

Continua a leggere