I draghi svizzeri di Scheuchzer

Johann Jakob Scheuchzer descrisse dettagliatamente i draghi della Svizzera. Sopra il villaggio di Ommen, all’ombra di un grande abete, un tale di nome Mcyer vide un drago con le ali argentate su cui spiccavano punti rossi (come quelle del drago rogazionale di Orta). Le scuoteva e respirava pesantemente. Due giorni dopo l’avvistamento, grandinò. La gente del posto si aspettava il maltempo proprio perché era stato visto un drago. Scheuchzer estese …

Continua a leggere

Barbegazi: gli gnomi delle nevi

Sulle Alpi svizzere vivono i Barbegazi, degli gnomi con piedi talmente grandi da poter essere usati come racchetta da neve o snowboard. Le storie dicono che questi gnomi sono molto pelosi (ovviamente per difendersi dal freddo) e che loro barbe sono perennemente gelate e quindi bianche. Il loro stesso nome deriva dal francese barbe-glacée, ovvero barba ghiacciata. I barbegazi non sopportano bene il caldo dell’estate, per cui vanno a rifugiarsi …

Continua a leggere