Tesori dei draghi e reumatismi

L’interno delle caverne è umido, molto umido, e dormirci per molti anni fa venire i reumatismi ai draghi. Per alleviare i dolori alla schiena noi umani usiamo i cuscini ripieni di noccioli di ciliegia, da scaldare e da appoggiare sulla pelle. I draghi fanno lo stesso, ma non con i noccioli di ciliegia, che brucerebbero alla prima fiammata, loro usano le monete d’oro. Le monete restano belle calde a lungo, …

Continua a leggere

Svelato il mistero dei rabdomanti!

Da secoli i rabdomanti trovano acqua e metalli usando una bacchetta. Ho finalmente capito come fanno. La bacchetta da rabdomanzia è di legno, a forma di Y e come tutte le bacchette amplifica i poteri della persona che la impugna. Generalmente i rabdomanti trovano acqua seguendo le vibrazioni della bacchetta. Generalmente le pentole d’oro in fondo all’arcobaleno si trovano dopo che ha piovuto. Generalmente le pentole sotto la pioggia si …

Continua a leggere

Draghi e topolini dei denti

“Ogni volta che perdi un dentino, mettilo sotto il cuscino e il topolino dei denti lo sostituirà con un soldino”. L’usanza dei draghi di dormire su un mucchio di monete si forma col passare dei secoli. I draghetti appena nati dormono per terra fino alla perdita dei denti da latte, poi passa il topino e i piccoli iniziano a trovare i loro soldini. Questa buona abitudine prosegue per tutta la …

Continua a leggere

Draghi e dentisti, un affare miliardario

Una delle ipotesi meno dibattute ma più interessanti sul perché i draghi accumulino tesori riguarda la loro igiene dentale. I denti dei draghi sono sì sterilizzati dalle fiammate (funzionano meglio di qualsiasi dentifricio contro i batteri), ma allo stesso tempo si ingialliscono subito per via dei fumi con cui devono convivere. Il tartaro, infine, non viene rimosso facilmente e i pezzettini di armatura che talvolta restano incastrati nelle gengive potrebbero …

Continua a leggere

Metodi medioevali per trovare tesori sotterranei

Cercare tesori, nel medioevo, era pericoloso perché si rischiava la scomunica. Il problema non era tanto nel disseppellire i morti per rubare i gioielli con qui questi erano stati sepolti (bastava andare a scavare fuori dai cimiteri cristiani e tutto era lecito). Il problema era che molti cercatori di tesori interpellavano diavoli di vario ordine e grado per farsi rivelare dove fossero i posti giusti per scavare. Spesso si interrogavano …

Continua a leggere

Trovata una pentola d’oro piena di monete

Ha le dimensioni di una ciotola, è di una lega d’oro e d’argento ed era piena di monete e gioielli. L’hanno trovata col metal detector in un campo del North Yorkshire, in Gran Bretagna. Il tesoro sarà esposto a dicembre nel British Museum di York, che lo ha pagato 1,082,000 sterline. Le sterline saranno divise tra i due cercatori (padre e figlio) e il proprietario del campo. Gli archeologi dicono …

Continua a leggere

L’oro delle fate

“A chi state portando tutto quell’idromele?” chiese il cuoco ai due gnomi che stavano facendo rotolare un intero barile fuori dalle cantine del palazzo. “Ordini del capo delle guardie, mastro Sernone, è meglio averlo pronto per eventuali ospiti.” rispose affannato il più giovane dei due. Mastro Sernone non gradiva l’idea di sprecare del buon idromele barricato dandolo ai ficcanaso che venivano ad importunare la corte durante il banchetto. Dopotutto per …

Continua a leggere

Guriuts: gnomi trogloditi friulani

Percorrere la strada che porta a quello che prima del terremoto del ’76 era il Castello di Dierico, in Friuli, è pericoloso. Si narra che per proteggere il tesoro ancora sepolto sotto le macerie i Guriutus si appostino con dei coltelli avvelenati nei cespugli che fiancheggiano il sentiero. Dal loro nascondiglio fanno uscire solo le braccia, pelose e armate, per piantare i loro coltelli nei polpacci dei viandanti. Dubito che …

Continua a leggere

Il mistero della pentola d’oro

“Non ti sembra assurdo correre qua e là per la campagna nascondendo pentole piene d’oro alla fine di ogni arcobaleno? Guarda questo disegno… È palesemente impossibile che un folletto con queste gambine gracili gracili possa saltare di sasso in sasso reggendo un paiolo pieno di metallo con una mano sola!!! Certo che gli umani ne hanno di fantasia… Dopo la pioggia gli gnomi corrono con in mano una vanga!”

Il mistero dei tesori dei draghi

Che cosa spinge un drago ad accumulare tesori? I draghi non hanno bisogno del valore del tesoro che mettono da parte: non comprano vestiti firmati, non pagano l’affitto per le caverne in cui vivono e non frequentano ristoranti di alta classe. Che cosa se ne fanno allora dei tesori? Se aveste osservato bene i tesori di drago più antichi, avreste potuto notare che sono composti di cristalli naturali, mentre quelli …

Continua a leggere