C’è un libro fantasy nascosto nell’Appennino

Si intitola Storm Vogel, ovvero “uccello della tempesta”, il libro che Emiliano Buttaroni ha scritto, fatto illustrare, nascosto in un forziere e seppellito nei boschi dell’appennino pistoiese. L’autore sostiene che leggendo il romanzo e riconoscendo i posti che ci sono descritti si potrà arrivare al luogo in cui è seppellito il libro, stampato apposta e rilegato a mano in una edizione grande e pregiata. Altri indizi saranno divulgati nella pagina …

Continua a leggere

Il mistero delle monete d’oro nelle fontane

Avete mai notato che sul fondo di alcune fontane giacciono delle monete? Vi siete mai chiesti perché la gente sia contenta di lanciare i propri soldi lì dentro? La vera domanda però è perché tutti si divertano a lanciare monete nelle fontane dando le spalle all’acqua. Ora, so bene che alcuni di voi stanno alzando la mano pronti a rispondere “si fa per avere l’occasione di tornare nella città che …

Continua a leggere

Febbre dell’oro… e se invece vaccinassimo i nani?

La cupidigia è un problema per tutti gli accumulatori compulsivi di tesori: nani o draghi che siano. La bramosia di possesso distoglie attenzione ed energie dalle altre attività vitali. Basti pensare alla vita sedentaria del custode designato di un tesoro che raramente esce dalla sua caverna: carenza di vitamina D, scarso tono muscolare, alimentazione monotona e vita sociale nulla, per non parlare dello stress dovuto al continuo stato di allerta …

Continua a leggere

Tesori dei draghi e reumatismi

A che cosa servono i tesori dei draghi? Queste bestie li accumulano e non li spendono. Li proteggono e ci dormono sopra.Vi siete mai fermati un momento a chiedervi perché o eravate troppo occupati a riempirvi le tasche? L’interno delle caverne è umido, molto umido, e dormirci per molti anni fa venire i reumatismi ai draghi. Per alleviare i dolori alla schiena noi umani usiamo i cuscini ripieni di noccioli …

Continua a leggere

Svelato il mistero della bacchetta dei rabdomanti!

La bacchetta dei rabdomanti serve a trovare acqua e metalli. Ho finalmente capito come fanno a usarla così bene. La bacchetta da rabdomanzia è di legno, a forma di Y e come tutte le bacchette amplifica i poteri della persona che la impugna. Se la impugna un buon rabdomante, funziona bene. Se la prende in mano uno che non ne capisce una cippa, non succederà nulla di interessante a meno …

Continua a leggere

I tesori dei draghi e il topolino dei denti

“Ogni volta che perdi un dentino, mettilo sotto il cuscino e il topolino dei denti lo sostituirà con un soldino”. L’usanza dei draghi di dormire su un mucchio di monete si forma col passare dei secoli. I draghetti appena nati non hanno ancora accumulato il loro tesoro. Dormono per terra fino alla perdita dei denti da latte, poi passa il topino (a volte passa una fatina) e i piccoli iniziano …

Continua a leggere

Draghi e dentisti, un affare miliardario

Draghi e dentisti non sempre vanno d’amore e d’accordo. Una delle ipotesi meno dibattute, ma più interessanti, sul perché i draghi accumulino tesori riguarda la loro igiene dentale. I denti dei draghi sono sì sterilizzati dalle fiammate (funzionano meglio di qualsiasi dentifricio contro i batteri), ma allo stesso tempo si ingialliscono subito per via dei fumi con cui devono convivere. Il tartaro, si sa, non viene via facilmente. A complicare …

Continua a leggere

Metodi medioevali per trovare tesori sotterranei

Cercare tesori sotterranei, nel medioevo, era pericoloso perché si rischiava la scomunica. Il problema non era tanto nel disseppellire i morti per rubare i gioielli con qui questi erano stati sepolti (bastava andare a scavare fuori dai cimiteri cristiani e tutto era lecito). Il problema era che molti cercatori di tesori interpellavano diavoli di vario ordine e grado per farsi rivelare dove fossero i posti giusti per scavare. Spesso si …

Continua a leggere

Trovata una pentola d’oro piena di monete

Ha le dimensioni di una ciotola, è di una lega d’oro e d’argento ed era piena di monete e gioielli. L’hanno trovata col metal detector in un campo del North Yorkshire, in Gran Bretagna. Il tesoro sarà esposto a dicembre nel British Museum di York, che lo ha pagato 1,082,000 sterline. Le sterline saranno divise tra i due cercatori (padre e figlio) e il proprietario del campo. Gli archeologi dicono …

Continua a leggere

L’oro delle fate

“A chi state portando tutto quell’idromele?” chiese il cuoco ai due gnomi che stavano facendo rotolare un intero barile fuori dalle cantine del palazzo. “Ordini del capo delle guardie, mastro Sernone, è meglio averlo pronto per eventuali ospiti.” rispose affannato il più giovane dei due. Mastro Sernone non gradiva l’idea di sprecare del buon idromele barricato dandolo ai ficcanaso che venivano ad importunare la corte durante il banchetto. Dopotutto per …

Continua a leggere