Le origini della festa della Befana

Le 12 notti dopo il Natale terminano con la festa della Befana. Una vecchia, spettinata, brutta, vestita di stracci e, nonostante questo, prodiga di regali e di dolciumi per tutti. L’origine della festa della Befana può essere ipotizzata analizzando gli elementi che la caratterizzano: abbigliamento, comportamento, modalità di spostamento, tipologia dei doni. L’abbigliamento della Befana La Befana è vestita con abiti consunti e le sue scarpe sono rotte. Questo ci…

Continua a leggere

Palline di Natale coi draghi

Vi piacerebbe decorare il vostro albero con palline di Natale coi draghi? Ecco, ne ho trovate di carine per voi, usatele come ispirazione e date inizio alla vostra tradizione natalizia dragosa. Il draghetto sulla campana mi pare cattivello al punto giusto. Credo sia di malumore per l’arrivo di ospiti scrocconi. lo sarei anche io se venissero a mangiarsi le mie provviste per l’inverno e soprattutto i dolci delle feste! Potete…

Continua a leggere

Gli Zwarte Piet puniscono i bambini cattivi

Gli Zwarte Piet sono neri e hanno un sacco in cui mettono i bambini cattivi. Anticipano l’arrivo di San Nicola e a volte distribuiscono caramelle e biscottini speziati. San Nicola era inizialmente lui in persona a punire chi se lo era meritato. Questa azione castigatrice venne poi scorporata dal santo e assegnata ai suoi sottoposti, chiavi o demoni che fossero. Gli Zwarte Piet si aggirano ovunque, ascoltano ogni capriccio e…

Continua a leggere

Alberi di Natale e draghi

È accaduto quel che temevamo: i draghetti hanno scoperto come giocare con gli alberi di Natale. All’inizio si comportavano come grossi gatti, limitandosi a tirare qualche zampata alle palline del loro colore preferito. I cuccioli consideravano gli alberi di Natale come altri alberi da frutto, una volta capito che le palline non sono commestibili e svanita la novità, sono tornati ai loro soliti giochi. Li abbiamo tenuti d’occhio ugualmente. Sapete,…

Continua a leggere

Draghi al servizio di Babbo Natale

Come sapete, io lavoro in un draghile. La scorsa settimana abbiamo ricevuto una richiesta piuttosto insolita da parte degli elfi di Babbo Natale. Dicono che quest’anno hanno problemi con l’approvvigionamento di materie prime (legno, colori, latta, carta da pacco…) per costruire i giocattoli da regalare. Pare che tra controlli doganali, scioperi dei distributori ed errori dei fornitori la produzione di regali stia accumulando grandi ritardi. Le renne che di solito…

Continua a leggere

Krampus in cerca di prede: leggende viventi

Stanno per arrivare i Krampus con i loro campanacci, le loro fruste e le loro maschere infernali. Sono vestiti di pelle di capra, puzzano e inseguono la gente. Se la prendono specialmente con chi durante l’anno non si è comportato nel migliore dei modi. Tra le tradizioni più spaventose dell’Avvento fanno la loro comparsa questi diavoli cornuti, personaggi usciti dai racconti delle cacce selvagge della corte oscura e arrivati diretti…

Continua a leggere

I cortei di diavoli delle Alpi

In molti paesi delle Alpi troverete, nel mese di dicembre, dei cortei di diavoli. Non prendeteli alla leggera perché non sempre sono solo animazioni turistiche. Se avete mezz’ora di tempo, chiedete agli anziani. Vi racconteranno una storia accaduta quando erano giovani.  C’era un diavolo vero tra i ragazzi mascherati che scorrazzavano di paese in paese al solstizio d’inverno. Se ne erano accorti perché gli scherzi erano andati davvero sul pesante…

Continua a leggere

La dodicesima notte: tempo di fate oscure

Durante la dodicesima notte dopo Natale (quella dell’Epifania) capita di vedere la caccia selvaggia. Un corteo di fate ed elfi oscuri cavalca nella notte, accompagnato da strepiti e grida. In tal caso, conviene chiudersi in casa e resistere alla tentazione di sbirciare fuori dalle finestre. L’antico detto elfico “La cavalcata della Corte Oscura riempie il buio di paura” si riferisce proprio a questo fatto. È per questo che uno degli…

Continua a leggere

Attenzione alle fatine natalizie: mordono!

A Natale non sono tutti più buoni, anzi! In giro ci sono stormi di esserini svolazzanti che si allenano per la caccia selvaggia. È il tempo in cui regnano gli oscuri, gli Unseelie. È il momento dell’anno in cui hanno origine molti guai, destinati a crescere col tempo. Il dio Giano, custode delle soglie, spalancava le porte e permetteva al Piccolo popolo di viaggiare tra gli umani portando un vento…

Continua a leggere