Un segreto di Ollivander per le bacchette magiche

Dopo lunga ricerca ho scoperto che la pelle di salamandra scabra e’ indispensabile per dare il tocco finale alle bacchette magiche. La punta, in particolare, se non viene lisciata sfregandola sui microcristalli della pelle di salamandra, non riesce a convogliare adeguatamente il fascio magico in uscita dalla bacchetta.

Le salamandre scabre hanno una pelle dura ed estremamente resistente al fuoco. I microcristalli si formano sotto le fiammate, quando parte dei sali minerali della pelle cristallizzano istantaneamente. Da lontano e’ facilissimo distinguere una salamandra normale da una scabra: le scabre sono di color rosso mattone e brillano leggermente se esposte alla luce. Al tatto la pelle della salamandra normale e’ morbida e umida, mentre l’altra e’ dura e secca. Insomma, non potete proprio sbagliare!

Vi ricordo che non serve uccidere la salamandra scabra per usare la sua pelle: basta aspettare che cambi pelle! Questa specie, vista la durezza della pelle, e’ costretta a mutarla come i rettili mentre le normali salamandre possono crescere dentro la loro pelle, che si allarga come la nostra al variare del loro volume.

Dimmi che ne pensi. :)