Carote per gnomi

Andrea ha deciso che vuole mangiare cibo locale, che per lui si traduce in “radici locali“, visto che non possediamo campi dove andare a prendere lombrichi e talpe da fare arrosto.

A volte incontriamo dei problemi con le cose che si trovano al mercato di qui.
Ad esempio qui vendono almeno tre tipi di carote:
waspeen
winterpeen
bospeen
e non riesco a capire bene le differenze.

Le bospeen sembrano più sottili e di solito vengono vendute a mazzetti con ancora le foglie, ma le altre mi sembrano uguali: enormi e cilindriche.
Però ci sono alcune ricette che richiedono una varietà apposita di carote…
Mi sa che ci toccherà assaggiarle tutte! 🙂

Foto | Stephen Ausmus

Un commento:

  1. Ieri in un negozio abbiamo visto le waspeen in una bacinella d’acqua.
    In olandese lavare si dice wassen, per cui, forse, le was-peen sono le carote già lavate.

    Le bos-peen sono le carote dei boschi (selvatiche) che vengono vendute con le foglie ancora attaccate. Il ciuffetto di foglie si può mangiare.

    le winter-peen sono enormi carote che si raccolgono in inverno. Sono più buone cotte che crude.

Dimmi che ne pensi. :)