Venzone e i suoi sotterranei

Al pranzo finale del convegno sulla protezione delle leggende nei parchi alpini ero seduta di fianco al vicensindaco di Venzone, paese carnico raso al suolo dal terremoto del ’76 e ricostruito pietra per pietra (non a caso, ogni pietra di ogni casa e’ tornata al suo posto preciso, grazie alle fotografie antecedenti il sisma).

Mi hanno raccontato che ogni tanto alla gente che ha orti e giardini capita di assistere all’apertura di piccole voragini. Il terreno che ricopre i passaggi segreti, che dal centro paese passavano sotto le mura e uscivano in campagna, ogni tanto cede, lasciando intravedere qualche pezzo di cunicolo.

Il comune ha in progetto di restaurare le mura cittadine nei prossimi anni. Per adesso manca ancora una mappatura dei sotterranei, ma spero proprio che la facciano!
Andrea si e’ esaltato un sacco all’idea di poter esplorare i sotterranei di Venzone: dice che il posto e’ adattissimo agli gnomi di caverna. A parte i sotterranei siamo in territorio carsico, quindi con ottime possibilità abitative per gli gnomi come lui.

Dimmi che ne pensi. :)